18 aprile 2016

CELEBRATA LA MESSA CAPITOLARE DEL MESE DI APRILE

Con la celebrazione eucaristica della quarta domenica di Pasqua, presieduta dal novizio Don Matteo Riboli, sono proseguite le Messe Mensili Capitolari che vedono raccogliersi, intorno all’Eucarestia, i membri della Commenda di Santa Maria degli Alemanni e le loro famiglie.

Presenti alla celebrazione anche l’Assistente Spirituale Vicario Mons. Gaetano Tulipano famOT e Don Giuseppe Iozzia famOT.

 

 

12 APRILE 2016

L’OPERA FAMILIA CHRISTI

ACCADEMICO ONORARIO DELL’ACCADEMIA TEUTONICA

ENRICO VI DI HOHENSTAUFEN

L’Opera Familia Christi è nata a Tivoli il 17 settembre 1937, fondata dalla professoressa Tommasina Alfieri, raccogliendo l’ispirazione e la paternità sacerdotale del Servo di Dio Mons. Giuseppe Canovai.

Inizialmente denominata Opera “Regina Crucis” ed aperta alla sola partecipazione femminile, l’associazione ricevette la prima approvazione canonica a Tivoli nel 1938. Dopo la distruzione di questa sede e la conseguente dispersione dei suoi membri, in seguito agli eventi bellici legati alla Seconda Guerra Mondiale, l’Opera fu ricostituita con il nome di Familia Christi dalla stessa Alfieri nel 1948 a Roma.

A Roma, dopo, l’Opera fu aperta anche ad una partecipazione maschile mantenendo tuttavia immutato il proprio ideale ed è stata riconosciuta quale Associazione privata di fedeli della Diocesi di Roma con decreto del 5 luglio 2000.

Dal 1950 al 2000 l’Opera si è impegnata nella formazione di laici ad una Carità vissuta con serietà di intenti ed approfondimento dottrinale, guidandoli, in piena aderenza all’insegnamento della Gerarchia, a sostenere e vivificare il proprio impegno nel mondo, mediante una solida vita di preghiera e una solerte apertura al servizio ai fratelli, specialmente a quelli comunque sofferenti nell’anima e nel corpo.

Divenuto Pontefice con il nome di Paolo VI, lo stesso volle confermare tutta la propria stima all’Opera. Tra le speciali e riservate missioni che il Pontefice volle personalmente affidare alle sue cure, ve ne fu una che, con esortazione scaturita direttamente dalla sua viva parola, volle fosse custodita dall’intera Opera Familia Christi: che almeno in essa, nonostante ogni indirizzo contrario esterno, si conservasse sempre la cura per la tradizione liturgica romana, in maniera speciale nell’uso della lingua latina, del canto gregoriano e della polifonia sacra.

Per il progresso spirituale dei suoi membri, la Fondatrice ha acquisito per la Familia Christi un antico Convento, l’Eremo S.Antonio alla Palanzana, nelle vicinanze di Viterbo, che viene utilizzato per le giornate di spiritualità a cadenza mensile e gli esercizi spirituali che caratterizzano la vita dell’Opera durante lo scorrere dell’anno liturgico nei suoi tempi forti.

La Familia Christi prosegue oggi le sue attività di formazione cristiana ed apostolato cattolico rivolgendo a quanti desiderano avvicinarsi ad essa una proposta formativa caratterizzata dal servizio di Dio nel culto e nella lode, nella formazione spirituale personale e comunitaria, nelle opere di carità spirituali e materiali che da sempre hanno caratterizzato questa Famiglia nel solco della Tradizione della Chiesa.

Il coro della Familia Christi accompagnerà la celebrazione eucaristica della Commenda presso la Cappella di Palazzo Altems in Roma, in occasione del pellegrinaggio giubilare del prossimo 24/25 maggio 2016, durante il Pontificale che sarà presieduto dall’Abate Primate dei Benedettini Wolf Notker, alla cui fine riceverà le insegne di accademico d’onore dell’Accademia Teutonica Enrico VI di Hohenstaufen.

 

 

7 APRILE 2016

VISITA ALLA CHIESA CAPITOLARE TEUTONICA

DI MONS. ROALD NIKOLAI FLEMESTAD

VESCOVO DELLA NORDIC CATHOLIC CHURCH

Il prossimo 15 aprile Dr. Roald Nikolai Flemestad, Vescovo della Nordica Catholic Church e responsabile per l’Europa dell’Unione delle Chiese di Scranton effettuerà una visita presso la Chiesa Capitolare Teutonica del Sacro Cuore ove sarà accolto dal Commendatore di Sicilia, dall’Assistente Spirituale Vicario e dal Vice Rettore della Chiesa Capitolare, e da una rappresentanza del Consiglio Direttivo.

Durante la visita avrà luogo una liturgia ecumenica della Parola e sarà donato al Vescovo un bassorilievo in bronzo realizzato dal Maestro Biagio Governali famOT, riproducente l’immagine quattrocentesca di Santa Maria dei Teutonici venerata nella Chiesa Teutonica.

La Nordic Catholic Church insieme alla Polish National Catholic Church fa parte dell’Unione di Scranton che costituisce un raggruppamento di Chiese Vetero-Cattoliche separatesi dall’Unione di Utrecht a seguito della decisione di quest’ultima di ammettere al sacerdozio ed all’episcopato le donne e di benedire le unioni omosessuali.

A conclusione della visita il Rettore dell’Accademia Enrico VI di Hohenstaufen consegnerà al Vescovo Flemestad il diploma e le insegne di accademico d’onore.

Subito dopo la conclusione della cerimonia presso la Chiesa Capitolare Mons. Flemestad visiterà il Palazzo Arcivescovile ed il Duomo di Monreale.

 

 

29 MARZO 2016

80° ANNIVERSARIO DELL’ELEZIONE DEL

LXI GRAN MAESTRO

SUA ECCELLENZA L’ABATE GENERALE ROBERT SCHÄLZKY

Robert Schälzky nacque il 13 agosto 1882 a Braunseifen.

A 20 anni, dopo la laurea, entrò nell’Ordine Teutonico. Suo zio, che più tardi divenne vescovo e Gran Maestro, Norbert Klein, era a quel tempo nella città di Kaplan in Opava. Dopo gli studi a Bressanone, il 15 settembre, 1906 emise la professione solenne in Opava ed il 29 giugno dell'anno successivo fu ordinato sacerdote nella cattedrale di Bressanone.

Sempre politicamente molto impegnato, fu nel 1918 tra i membri del consiglio fondatori del Partito Cristiano Popolare Tedesco, del quale fu presidente nazionale. Dal 1920-1925 è stato deputato al parlamento di Praga, carica alla quale rinunciò quando la Santa Sede vietò l’elezione di parlamentari sacerdoti e religiosi.

Nel 1930 il Capitolo generale lo elesse nel Consiglio Generale dell’Ordine, ove assunse la carica di Tesoriere Generale.

Fu eletto Gran Maestro nel 1936, quando l'ascesa del nazismo sembrava inarrestabile. Il 29 marzo 1936 è Sua Eminenza il Cardinale Theodor Innitzer, Arcivescovo di Vienna, che lo benedice come Abate Generale, insediandolo alla guida dell’Ordine.

Dopo la cosiddetta "annessione dell'Austria" l’Ordine fu espropriato di tutti i suoi beni e, infine, dissolto. Il Gran Maestro dovette abbandonare la residenze di Vienna e fu temporaneamente ospitato in casa di un guardaboschi e, infine, ad Opava.

Alla fine della guerra visse a Langendorf.

  (Tombe del 61° Gran Maestro Robert Schälzky e del 62° Gran Maestro Marian Tumler a Lana)

Subito dopo la resa della Germania il Gran Maestro cominciò a lottare per il recupero dei beni espropriati e per alleviare la situazione dei fratelli e delle sorelle dell’Ordine.

Durante una visita morì il 26 gennaio 1948 a Lana ed è stato sepolto lì.

 

 

22 MARZO 2016

RIFLESSIONE PER LA PASQUA E CELEBRAZIONE DELLA

DOMENICA DELLE PALME

Si è svolta presso la Chiesa Capitolare del Sacro Cuore in Monreale la riflessione sulla Pasqua guidata dall’Assistente Spirituale Vicario della Commenda, Mons. Gaetano Tulipano famOT, sul tema: l’utilità delle Scritture nella logica della salvezza, che ha visto la partecipazione di un nutrito numero di Familiari, Novizi e delle loro famiglie.

Alla riflessione ha fatto seguito la celebrazione della Messa della Domenica delle Palme, con la benedizione dei rami di ulivo e la processione che si è snodata all’interno della Chiesa dall’altare di Santa Maria dei Teutonici fino all’altare maggiore ove Mons. Tulipano famOT e Don Matteo Riboli, quest’ultimo sacerdote novizio della Commenda, hanno celebrato l’eucarestia.

A conclusione della celebrazione il Commendatore, prima di recitare la consueta preghiera degli antichi cavalieri teutonici, ha rivolto a tutti gli astanti i propri auguri di Buona Pasqua, anche a nome del Gran Maestro Bruno Platter OT, dell’Arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennissi famOT e del Rettore della Chiesa Capitolare e Procuratore Generale presso la Santa Sede Padre Laurentius Meissner OT.

 

 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

La consultazione del sito dell'Ordine Teutonico Sicilia prevede l'utilizzo di cookie. La prosecuzione della navigazione si intende come implicita accettazione di tale condizione.